Tag: cover canzone

Da Manuela a Pensami

Se di notte voglio amore,
c’è una sola donna
che non me la dà: Manuela

Me la farei nella mia stanza
amo l’abbondanza ma
e non entrai in Manuela

Lei non dice grandi parole,
cita Marra e sòle
E’ così Manuela

Occhi grandi come il mare,
tette d’ammirare:
ma non me la dà Manuela

E se vado in parlamento,
io non penso ad altro:
a chi me la dà stasera
Me lo son quasi rifinito
perché solo io capito
le punture efficaci
e l’amore immenso
che non mi dà Manuela

(Manuela) (Manuela)

E’ cosi la mia avventura:
a principio, un gioco;
io con l’infermiera

Alle fighe solo penso,
non son mai sprovvisto
manca lei Manuela

E se vado in parlamento,
io non penso ad altro:
a chi me la dà stasera


Me lo son quasi rifinito
perché solo io capito
le punture efficaci
e l’amore immenso
che non mi dà Manuela

 

 

 

 

 

 

Ancora (cover di Scilvio Decrescendo)

E’ notte alta e sono sveglio

sto sempre lì col chiodo fisso

Con la pompetta stavo meglio
sempre a scopar come un coniglio
Tutto il casino fatto per averle
con Tarantini il puttaniere esperto
e adesso che ho il pene io le perdo..

Ancora
dottore
ancora
perché io da quella sera
non ho fatto più l’amore senza te
e non mi si rizza niente senza te
anche se incontrassi un andrologo direi:
Non mi fai scopare tanto quanto vorrei

E’ notte alta e sono sveglio
con l’infermiera mi rispoglio
mi fa smaniare questa suora
ma prima o poi farò lo sbaglio
Menar il cazzo e venir sotto casa
tirarlo invano con la ragazza stesa
cercar d’entrar nella patonza chiusa chiusa …

Ancora
ancora
ancora
perché io da quella sera
non ho fatto più l’amore senza te
e non mi si rizza niente senza te

Ancora
dottore
ancora
ancora
ancora
ancora
ancora

Renato

Renato Renato Renato
il precariato tu hai colpito
Renato Renato Renato
senza il Berlusca non vivi più.
Renato Renato Renato
a risponder sei stato invitato
Renato Renato Renato
e ci hai coperto d’infamità.
Scommetto che nessuno è vile come te
però chissà perché dimostri rabbia a me
se tu ti dimettessi per decenza sì
io non sarei ridotta così.
Renato Renato Renato
così piccino e maleducato
Renato Renato Renato
in parlamento ti fai tuoi film.
Scommetto che nessuno dorme come te
però chissà perché te la rifai con me
se tu ti dimettessi per decenza sì
io non sarei ridotta così.
Renato Renato Renato
il dipendente tu hai stremato
Renato Renato Renato
vorrei vivessi d’instabilità.
Renato Renato Renato
le tue parole sul precariato
Renato Renato Renato
si ritorceranno tutte su di te
Renato Renato Renato
la gente onesta hai diffamato
Renato Renato Renato
il ben servito arriverà per te.
Renato Renato Renato
il modo stronzo in cui tu hai agito
Renato Renato Renato
la fine è prossima anche per te

Alla fiera dell’est

Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò
E venne il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò
Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne il senatore, che approvò il decreto, che votò il deputato
che al parlamento Berlusconi comprò.

Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne il pianista, che votò per il senatore, che approvò il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò.

Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne il Presidente, che rimandò la legge, che votò il pianista,anche per il senatore assente, per approvare il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò..

Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne l’onorevole che ridisegnò la legge, rimandata dal Presidente,che votò il pianista, al posto del senatore assente, per approvare il decreto che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò
Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne riproposta la legge rimaneggiata dall’onorevole,rimandata dal Presidente che votò il pianista al posto del senatore assente, per approvare il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò

Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne la piazza che protestò contro la legge, rimaneggiata dall’onorevole, rimandata dal Presidente che votò il pianista al posto del senatore assente, per approvare il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò
Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E venne il poliziotto, che infierì sulla piazza, che protestò contro la legge, rimaneggiata dall’onorevole, rimandata dal Presidente,che votò il pianista al posto del senatore assente, per approvare il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò

Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò
E infine il Giudice, che prosciolse il poliziotto, che infierì sulla piazza, che protestò contro la legge, rimaneggiata dall’onorevole, rimandata dal Presidente,che votò il pianista al posto del senatore assente, per approvare il decreto, che votò il deputato, che al parlamento Berlusconi comprò

Alla fiera dell’est, per due soldi, un deputato Berlusconi comprò