L’amore nel Passato, Presente e Futuro

Passato Presente Futuro

Passato

Presente

Futuro

Adoro quando ridi

Ridi sempre

Odio la tua risata

Mi lasci libera di programmare la nostra vita

Decidere te mai?

Potresti muovere il culo qualche volta!

Sei così dolce anche nel sesso

Potresti provare a metterci                                                                                                                 un po’ più di fuoco?

Finocchio!

Mangi sempre di gran gusto  quello che cucino

Caro dovresti metterti un po’ a dieta…

Sei diventato un porco obeso incinto!

Non  m’interessa che tu perda i capelli, trovo sexy gli uomini calvi

Caro il lavandino è ancora intasato …

Pelato!

Mi piace andare a pranzo da tua madre, è cordiale e cucina benissimo

Potremo saltare il pranzo  domenicale da tua madre, almeno oggi?

Quella vacca di tua madre cucina da fare schifo ed è pure una gran stronza!

Non ci lasceremo mia, sei l’uomo della mia vita!

Forse è il caso di prenderci una pausa

Ma vai in culo, vai!

 

Cara ti amo

“Cara io ti amo”

“Che palle! Me lo ripeti tutte le volte”

“Sei crudele, così mi ferisci”

“Ti sta bene, così impari!”

“Ma scusa, non ti fa piacere che di dica quanto ti amo, che per me sei la creatura più bella del mondo e che per te…”

“Che palle!”

“Lo so, è colpa mia, dovrei amarti di meno …”

“No, ma potresti evitare di dirmelo ogni 5 minuti”

“Sai che ti amo da morire quando ti arrabbi”

“O MIO DIOOO!”

“Imbronciata ti amo ancor di più”

“Senti ma non hai niente da fare adesso?”

“A parte ammirare la tua bellezza?  No”

“Ciccio mi metti un po’ in difficoltà, insomma mi sento soffocare, vorrei i miei spazi, sentirmi libera di fare quello che voglio, frequentare chi voglio..”

“Come  si può tenere rinchiusa una luce? Come posso io imprigionare te meravigliosa farfalla?! Proprio perché ti amo voglio che tu sia libera”

“Ma non ti scoccia che frequenti altri uomini?”

“Sciocchina a me non interessa, perché proprio perché ti amo mi faccio bastare il tempo che regali a me … e poi anche io … insomma ho la mia vita”

“Cosa  intendi?”

“Si ti amo, ma  ho così tanto amore da dare che lo dono anche a  Maria, Giovanna, Pamela, Beatrice, Gaia…”

“Ma caro … io ti amo!”

“Non importa che tu me lo ripeta tutte le volte..”

“Sei crudele, così mi ferisci”

“Ti sta bene, così impari!”

La prima volta fra di noi

Lo capisco che la prima volta fra di noi non poteva essere un trionfo di fuochi d’artificio.  Non ti preoccupare, ci vorrà del tempo prima di conoscere il nostri corpi, le nostre zone erogene. Dovrai abituarmi a me e io a te, andremo a tentativi usando tutti i nostri sensi. Abbiamo appena intrapreso un percorso in cui sperimentare nuovi movimenti, nuovi gesti, nuove posizioni.  No … non è questione di essere o non essere imbranati, non conosci le mie reazioni, ci vuole solo un po’ di pazienza, dobbiamo testare il nostro modo di vivere l’eros e trovare il compromesso che soddisfi il nostro amore, le nostre voglie. Anche lo scienziato più illustre sperimenta e fallisce un’infinità di volte prima di arrivare all’apice delle sue scoperte. Dobbiamo  solo lasciarci andare,  fare nuove prove come stasera, non farci smontare dai fallimenti. Sono certa che verrà il tempo in cui non ci saranno più inibizioni, in cui basterà uno sguardo per recepire anche le nostre più peccaminose intenzioni. Non aspetteremo molto per godere dell’estasi del piacere, per sublimare anche i nostri desideri più reconditi, di questo ne sono certa, dovremo solo andare a tentativi. Tu sei un uomo felicemente dotato, devi solo capire come usare al meglio ciò di cui sei fortunatamente fornito per tua natura. Fidati di me, lasciati guidare, non è una questione di orgoglio è che ognuno è un mondo a sé. Può darsi che certi tuoi modi siano stati in passato apprezzati dalle tue ex partner, forse la mia è soltanto una sensibilità diversa che però devi serenamente rispettare. Abbiamo tanto tempo davanti a noi, andremo ancora a  tentativi, ma ti prego la prossima volta … le orecchie no!