Tag: paniccia

Addio al “nuovo volto dell’arte” (cit)

Te ne sei andato via troppo presto

tu che nel parlare non eri molto lesto

con il tuo sguardo fisso da folle spiritista

ed una verve da puro grande artista

Rimembro la tua voce che in soffio ci diceva

che “l’arte prima si pensava e poi la si faceva”

Al mondo non c’era nessuno come te

ma per nostra fortuna ti rivelò Diprè

mostrando in TV i tuoi gamberi di mare

così che in rete ti potessimo idolatrare

Purtroppo ci hai lasciato sul più bello

lasciandoci le tue croste di color pastello

https://i0.wp.com/cdn.leganerd.com/wp-content/uploads/LEGANERD_047690.jpg

A Osvaldo Paniccia RIP

Crostestive

Le gesta del mio vicino urlante

nella mia vita sono una costante

Il caldo gli rimuove i salvifici pudori

quando  sfodera i suoi carnali ardori

Mi sento triste, tanto sola e bella

nel  terrazzin  a lume di citronella

Eppure io  son  una superba Dea

libera da affezioni e dalla gonorrea

Sconsolata come una crosta di Paniccia

avrei voluto accendergli io la miccia,

lui neanche mi considera e ahimè

non ho neanche l’appoggio del mitico Diprè

Mi restano nella mente le mie idee balzane

perciò mi sfondo con parmigiana di melanzane

Ho i piedi gonfi in questa sera d’estate

e odo il mio vicin prender le frustate

Vorrei  scriver di sentimenti sbocciati

e  non la ballata dei calzini spaiati

Ma non mi vergogno neanche un po’

mutando sudando che male vi fo?

Crostacei di Osvaldo Paniccia, olio su tela e nella frittura

Crostacei di Ovaldo Paniccia, olio su tela e su carta assorbente
 

A Mariantonietta Barbara, Davide Kra, Paolo Manciocchi, Giuliana Vignoli, Jane Pancrazia Cole, Fulvio Strano, Giorgio Fontana

dedico questa poesia agli splendidi ispiratori di questa serata estiva che potevano pure starsene a guardare le olimpiadi al posto di suggerirmi temi così strampalati, ma me la sono cercata e aver scoperto le gesta dell’artista Osvaldo Paniccia non ha prezzo, grazie infinite.

Ringrazio inoltre per il supporto Maria-Cristina Terenzio, Sabrina Colombo e Francesco D’Alessio.