Chocolate Jesus

 

Ma ci deve essere un Gesù di cioccolata che mi faccia sentire buona dentro,

ci dev’essere un Gesù di cioccolata che mi faccia sentire contenta

Genesi
Eva e Adamo 
Dio
Allah

Angelica 

“Sì mia cara, la storia delle storie, l’origine del mondo è proprio quella che ti ho raccontato. Fu Lei a creare tutto in un momento di noia. Nell’immensità vasta degli universi senza inizio e senza fine non c’è molto da fare la sera e neanche il giorno. Era normale passare il tempo prendendo  un tè con Allah o giocando a carte con Manitù piuttosto che darsi da fare per organizzare qualche scherzo a Dio “Sua Permalosità Onnipotente”.  Ma alla lunga queste cose non divertono  più e la Madre si stava anche stancando del celolunghismo tra gli dei, loro, sempre pronti  a spararsi le pose sui loro super  poteri neanche fossero creature della Marvel.”

“Quindi mi stai dicendo che, in barba a tutta la razionalità possibile, alla scienza dalle ricerche del passato fino al Bosone di Higgs, è stata la Dea Madre a creare tutto questo?” Angelica sorrideva, ormai ci stava prendendo gusto al romanzo di sua nonna, non poteva non credere che quel  fiume di  parole sulla creazione non fosse altro che una scusa per passare un po’ di tempo insieme.  E proprio per l’amore che nutriva verso di lei che ad un certo punto le chiese: “E la storia di Gesù? Anche lui è esistito veramente? Era davvero figlio di Dio?”

“Certo che è esistito Angelica! Perché altrimenti festeggeremmo il suo compleanno agni anno da 2015 anni a questa parte? E’ esistito e in quanto  ad egocentrismo se la giocava bene con suo Padre.  Vuoi che ti racconti la sua storia?”

chocolate-jesus_fb

“Gesù fu progettato da Dio, era una sua idea. L’Onnipontente, che è sempre stato una  testa calda, amava creare confusione in quelle che in futuro sarebbero state chiamate religione Abramitiche. Tanto per infierire sulle creature femminili decise di far nascere suo figlio da una ragazzina Vergine  facendolo annunciare da un ibrido alato. Anche la scelta della povertà, del bue e l’asinello, della grotta e del padre surrogato falegname era stata ben pianificata. Fu in seguito che cominciarono i problemi, finché Gesù era un bambino non era poi diverso dagli altri: giocava a pallone, bullizzava gli sfigati ed era bullizzato a sua volta dai ragazzini più grandi. Successe che ad un certo punto, durante l’adolescenza, a Gesù cominciarono a spuntare i primi peli, i primi brufoli e i primi super poteri. Si accorse che riusciva a guarire gli ammalati, ma non voleva fare il medico, all’epoca lo stereotipo delle infermiere sexy non era stato ancora inventato . Fu quando capì che poteva trasformare la natura che cominciò ad essere un ribelle.  Scappò di casa lasciando i genitori in lacrime e Iddio incazzato e cominciò a vagare con una ghenga di ragazzacci che chiamava suoi discepoli“

“Fammi capire nonna, ma allora i vangeli raccontano la verità? E i vangeli apocrifi? Ma com’è possibile che … “

“Angelica ascolta, lascia perdere i vangeli, su questa storia di Gesù ognuno ha voluto metterci il cappello scrivendo un sacco di fesserie. Qualcosa di vero in quei testi c’è,  come l’amicizia con Maria Maddalena, una ragazza sveglia che amava divertirsi. Veri sono i ragazzi che frequentava ma che ad un certo punto perse di vista. Mal interpretato, volutamente, è stato il miracolo della resurrezione di Lazzaro, un suo amico che aveva solo preso allucinogeni potenti ed era entrato in catalessi. Vero è stato il miracolo della trasformazione dell’acqua in vino, ma fu il miracolo della cioccolata il suo miglior successo.”

“Cioè mi stai dicendo che  Gesù e la cioccolata …”

“Angelica, nei vangeli ufficiali non si parla di cioccolata come non si parla di sesso e di altre cose divertenti. Su questo punto Dio ha fatto in modo che uscissero solo i testi edulcorati,  quelli pieni di parole pie e glorificazioni varie. Ma in molti scritti  apocrifi si parla di amore, libertinaggio e cioccolata. Gesù era un ragazzo che voleva conoscere il mondo e divertirsi, viaggiò a lungo fino a giungere nelle terre dell’ovest oltre l’oceano. Fu lì che conobbe il cacao e donò a questo  proprietà miracolose. In quelle terre lontane conobbe anche il  peyote  e una spiritualità molto lontana da quella delle sue origini. Dopo qualche tempo di sperimentazioni mistiche di mente e di cibo degli  Dei, una volta diffuso il verbo cioccolotoso tra gli indigeni, Gesù tornò a est per divulgare  i suoi insegnamenti  e portò con sé dei semi di cacao. Ma Dio e gli altri non volevano che gli umani trovassero anche in medio-oriente  una sostanza che creava  una così alta comunione d’intenti. La produzione cioccolatiera di Gesù fu per questo sabotata innumerevoli volte e il ragazzo fu costretto a spostarsi  sempre più ad ovest. Ormai solo con Maria Maddalena e senza più semi di cacao attraversò montagne, deserti e ancora montagne fino a che non raggiunse in India una comunità di frikkettoni e si stabilì la. Qualcuno dice che ancora oggi sia possibile vederlo sulle spiagge di Goa a vendere collanine,  ma nessuno in realtà  sa che fine abbia fatto. Quello che posso dirti per certo che la crocifissione fu l’ennesima trovata di Dio per  tirarla ancora lunga con il pentimento e che a Goa ci sono un sacco di persone con tratti medio-orientali.”

“Ok nonna, ma Maria? Tutta questa venerazione per la vergine?”

“Di Maria ti racconterò più tardi, che ne dici se adesso ci facessimo una cioccolata calda?”

Oroscopo 2013 (a me Brezsny mi fa ‘na sega)

Ariete

21 marzo – 19 aprile

Il contadino ucraino Anatoly Simonenko rinvenì nel suo campo la carota più grande che avesse mai visto in vita sua. Invece di condividerla con la sua famiglia preferì metterla in una teca per poi spararsi le pose ogni qual volta che qualcuno veniva a trovarlo. Una notte buia e tempestosa un coniglio di dimensioni inusitate irruppe nella dimora di Anatoly e con ferocia inaudita divorò la carota ed il contadino.Trova il modo di condividere e preservare la tua carota, altrimenti non potrai appieno provare certe soddisfazioni che solo madre natura sa donare. Se seguirai queste indicazioni, seguirai queste indicazioni. Ecco.

Toro

20 aprile – 20 maggio

Nel 1827 molti ritenevano fosse impossibile poter comunicare direttamente attraverso grandi distanze. Oltre il servizio postale, in alcuni casi, si usava allegare un piccolo foglio di carta arrotolata alla zampa di un piccione addestrato per questa missione. Alla luce dell’era moderna, immersi nella comunicazioni digitale, sarebbe impensabile oggi usare un piccione, specie per poter spedire grossi file. Nonostante gli studi e l’evoluzione dei mezzi non è stato ancora possibile inserire, senza danni, la chiavetta usb nel piccione. IL 2013 t’insegnerà pienamente ad apprezzare il tempo in cui vivi e il piccione alla cacciatora.

Gemelli

21 maggio – 20 giugno

Il prossimo anno sarà il momento per approfondire il tuo legame con gli amidacei e i preservativi fruttati nipponici. L’arte del mugnaio e l’arte del fornaio, creare farine, lasciarle crescere e mettere dentro i filoni delle tue speranze. Potrai inoltre sperimentare l’arte erotica delle farina di fecola di patate di cui riempirai i preservativi facendoli esplodere in aria durante le feste. Questo servirà per aprire la tua mente al gioco e alla leggerezza. Dovresti però evitare di riciclare il condom una volta usato,  l’amido tende a restringere.

Cancro

21 giugno – 22 luglio

Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia è sicuramente uno dei romanzi più insulsi della produzione letteraria mondiale e, specie se accompagnato dal sottofondo di Concept di Giovanni Allevi, stimola la digestione. Se fossi in te però eviterei di usare tali pagine per ripulire l’origine del tuo PIL, è molto probabile che altrimenti potresti incorrere nel rischio d’irritare una parte di te riservata e a  tratti oscura.  Leopold von Sacher-Masoch, che sdoganò il masochismo fra le pratiche sessuali più diffuse, non avrebbe mai letto Moccia, né  si sarebbe mai fatto sodomizzare da Allevi. Partendo da questo, caro cancerino, t’invito ad evitare certe perversioni.

Leone

23 luglio – 22 agosto

La storica irlandese Mildred O’ Connor  scrisse un saggio intitolato “The lazy duck” in cui raccontava il rapporto dei giovani minatori del Connemara con le papere nella prima metà dell’800. La pigrizia delle papere e il loro candore, rapportate all’abbrutimento dei giovani minatori, sono ancora un’importante metafora  dei desideri repressi che attanagliano la mente. Mentre cerchi di arraffare la vita non ti accorgi di quello che naturalmente ti viene offerto su un vassoio d’argento, foie gras.

Vergine

23 agosto – 22 settembre

Mi piace molto come festeggiano il nuovo anno a Waipukurau nella Nuova Zelanda. I partecipanti organizzano una sfilata cercando d’imitare il famoso occhieggiamento di Tyra Banks verso il pubblico, una volta a destra, una volta a sinistra. Alla fine della passerella chi non è riuscito a rimanere in piedi su vertiginosi tacchi di 23 cm viene cazziato dall’anziano maori vestito come Heidi Klum. A livello simbolico la passerella rappresenta il cammino che dovrai percorrere in questo nuovo anno. I tacchi non sono altro che l’innalzamento spirituale a te richiesto, Heidi Klum è Heidi Klum.

Bilancia

23 settembre – 22 ottobre

La giocatrice di ramino Aida Von Karten ha cambiato il nome in Prajna Paramita termine buddista che significa saggezza infinita. Insieme al suo nome la giocatrice  ha abbandonato il suo vecchio modo di fare che una volta la portò a lanciare in aria tutte le carte ferendo in un occhio il suo avversario. Per voi della bilancia si prospetta una trasformazione radicale che vi porterà a cambiare mazzo e ottico.

Prajna Paramita  adesso è una stimata infermiera che cura i guerci del Sussex Drugs and Rock & Roll.

Scorpione

23 ottobre – 21 novembre

Molte delle domande che ci facevamo da bambini non hanno mai trovato una  risposta soddisfacente. Nel frattempo, con il passare degli anni continuano a emergere nuovi interrogativi, anche se ormai ci appare piuttosto chiaro che i bambini non si trovano sotto i cavoli.  Molti credono che porsi dei quesiti sia solo sintomo di masturbazione mentale senza coito. E tu come la pensi, Scorpione? Se fai parte del secondo gruppo, sarai aperto alle esperienze che ti si presenteranno nel 2013. E questo significa che avrai la gioia di farti tutta una serie di nuove domande che svolgeranno una grande funzione orgasmica. E si, i bambini non li portano le cicogne e con il sesso orale non si rimane in stato interessante, interessante vero?

Sagittario

22 novembre – 21 dicembre

Nel 1975 Francesco Ingrassia diresse e interpretò il suo più grande capolavoro,  frutto della parodia di un film su una ragazzina dominata da pestiferi inquilini. La prima metà del 2013 sarà il periodo ideale per esorcizzare qualsiasi pregiudizio tu possa nutrire nei confronti di quelli che vivono e pensano diversamente da te, compreso il Leviatano. Sarai in grado di percepire con eccezionale chiarezza la loro irrazionalità, e probabilmente riuscirai anche a liberartene, o forse no, ma potrebbe essere comunque meglio della solitudine di Laura Pausini.  Questo ti permetterà di accedere a nuove riserve di energia psichica che non sapevi neanche di avere. Controlla però le altre riserve, olio compreso, altrimenti rischi di fotterti la macchina e in quel caso manco l’acqua santa può salvarti.

Capricorno

22 dicembre – 19 gennaio

Ne Il trittico delle tentazioni di  Hyeronimous Bosh ci sono un sacco di personaggini strani e il dipinto mette una certa inquietudine. La critica d’arte Madeline Crowford ha detto che la trova piuttosto banale. A suo parere, simboleggia il fatto che noi esseri umani non sopportiamo il confronto con il nostro vero aspetto deforme e sconsolante.  Il tuo compito per il prossimo anno, Capricorno, è superare questa inibizione.  Impara a godere della presenza delle tue piccole mostruosità ma mi raccomando non dargli da mangiare dopo la mezzanotte e, soprattutto, non bagnarli.

…a no quelli erano i  Gremlins

Acquario

20 gennaio – 18 febbraio

Il poeta turco Arpaslan Karadag scriveva poesie osservando le foglie del the abbandonate nelle tazze mesi prima. La vita nuova, che vedeva creare sotto i suoi occhi, era la sua principale fonte d’ispirazione. Il tuo compito per il 2013, caro Acquario, sarà quello di non cancellare la tua memoria olfattiva, né quella visiva. Evoluzione sarà la tua nuova parola d’ordine, fare lo yogurt il tuo mestiere. Meglio  batteri, che  batteristi.

Pesci

19 febbraio – 20 marzo

Il metallurgico catanese Vito Giuffrida ha montato il motore di un motoscafo sulla sulla sua Panda.  Adesso ha una macchina con una potenza di 1.450 cavalli, ma naturalmente non può guidarla nelle strade pubbliche e neanche andarci a pesca. Il prossimo anno, Pesci, ho il sospetto che sarai tentato di fare qualcosa di simile, di creare uno strumento molto dinamico ma dall’aspetto modesto o di inserire una fonte di eccezionale energia in una scatola ingannevolmente piccola. Ma se lo farai, per favore assicurati di poterla effettivamente usare per migliorare la tua vita e per favore la prossima volta il motore del motoscafo prendilo a quell’imbecille attraccato due moli più avanti.

Fanculo!

_____________________________________________________________

Le immagini dei segni zodiacali sono state riprese da http://www.casserosalute.it/ per la campagna in occasione del 1 dicembre (2011)  Giornata mondiale della lotta . Il preservativo salva la vita, e poi, anche solo per fare un dispetto al Papa è un bene usarlo.

… e adesso come faccio?

Oddio non funziona più … e adesso come faccio?  Ho cambiato le batterie e non va. Speriamo sia una cazzata, economicamente sto passando un periodo di merda e non posso permettermene uno nuovo e poi con questo mi ero trovata benissimo. Potrei rivolgermi in un negozio specializzato, ma non l’ho preso in un punto vendita. Lo so,  per certe cose ci vorrebbero gli uomini, anche se per tanti versi non capiscono una mazza. In genere, quando mi si rompe qualcosa,  chiedo aiuto al mio vicino ma in questa circostanza non so se sia il caso.  A parte cambiare le batterie, non so  dove mettere le mani e  francamente senza motore non è che  la cosa dia molte  soddisfazioni, anzi. Non dico che sia completamente inutilizzabile ma non assolve ai suoi doveri e io, che sono della vergine, desidero che tutto fili sempre liscio. Adesso sono in piena crisi, che me ne faccio di una cosa a metà?  Devo risolvere in qualche modo la questione, ci sarà qualcuno a cui chiedere aiuto? Mia mamma lo dice sempre che è meglio non fidarsi delle cose comprate in internet e forse ha ragione, non  ci sono garanzie e in rete trovo solo assistenza per quelli industriali (e non riesco proprio ad immaginare che dimensioni potrebbero avere), quelli circolari  e quelli in calcestruzzo (e anche li la mia immaginazione corre veloce). Certo che una telefonatina potrei farla e chiedere se, in via eccezionale,  si potessero occupare anche di quelli  domestici, i modellini  prêt à porter. La cosa potrebbe costarmi un occhio della testa e forse non sarebbe conveniente, ma cavolo che posso fare?  Sento già un gran vuoto in me, non pensavo che ci si potesse affezionare tanto ad un oggetto, anni e anni di pratica buddista, meditazione e varie strade per ottenere un’elevazione spirituale e mi ritrovo in crisi per una questione terrena. Comprendo che questo possa essere un segno del destino, un disegno che potrebbe portarmi ad cambiamento positivo ma proprio non ce la faccio a non pensare a questo problema. Probabilmente dovrei accettare con serenità quello che è successo e guardare avanti, ma in questa circostanza gli attaccamenti sono difficili da sradicare e, principalmente, non voglio cambiare. Potrei chiedere una guida spirituale ma a questo punto mi arrendo e credo che la mia unica speranza sia rivolgermi a voi popolo della rete,  non è che conoscete qualcuno che mi possa aggiustare il vibratore?