A bottega

“Bongiorno Sor Mario icchè gli do’ oggi?”
“Bongiorno Gino oggi c’avrei bisogno di du’ belle tettine sode sode visto che c’ho immi compare a desinare”
“Guardi come le sono queste, mature al punto giusto, una quarta piena piena, turgide che nemmeno, un affare Sor Mario la le prenda, la ci farà un figurone”

“Belline le son belline, ma le mi sembrano un po’ care, quelle li dietro a quante tu me le metti?”
“Eh lei sì che la c’ha l’occhio lungo, queste le son tette di seconda scelta ma meravigliose, abbondanti e con du’ capezzoli che paion cesellati da i’ Cellini”
“La senta Gino, se gli piglio anche quei du’ cosci che me lo fa un prezzo bono?”
“Diamine, pe’ un cliente come lei ci mancherebb’ altro, se poi la mi piglia anche sto sederino la un se ne pentirà”

“Si ma un vorrei esagerare, tette, cosci e culi… alla mia età…”
“Sor Mario la un si preoccupi e poi la si ricordi che oggi l’è tutto in offerta speciale, unn’è mica tutti i giorni la festa della donna!?”

http://napoli.repubblica.it/cronaca/2013/10/23/news/pubblicit_shock_a_capri_c_la_donna-prosciutto-69256329/
Annunci

2 pensieri riguardo “A bottega

  1. da noi esiste una frase classica quando esasperata dalle grandi e innumerevoli richieste
    ma vuoi pure due fettine di culo tagliate sottili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...