Per me lo so

Avessi avuto una vita normale sarei diventata una brava donna come Benedetta Parodi. Sarei stata attenta alla linea senza cercare di riempire i miei vuoti d’amore con strani vizi, mi sarei vestita perbene con tacchi all’occorrenza e avrei cucinato, a volte anche male, per i miei 2 figli e per mio marito come in ogni buona famiglia cuore che si rispetti. Invece qualcosa in me è stato deviato, dopo il primo fidanzatino avevo già capito che non potevo avere storie comuni, baciava malissimo ed era banale, somigliava a Claudio Baglioni, ma non quello bello di qualche anno fa, somigliava al Baglioni giovane soprannominato “Agonia” sputato sputato. Insomma è capitato che non abbia seguito certe regole non dette e non mi sia mai sposata, abbia frequentato artisti e sognatori e continui a farlo. Non mi sono mai sentita adeguata, alle medie non avevo fatto amicizia con nessuna bambina, ero grassa e non potevo permettermi vestiti alla moda, me ne stavo con i maschi, il nostro divertimento maggiore era andare per musei a Firenze il sabato pomeriggio. Se penso adesso a quello che fanno i ragazzini alle medie, a quanto siano vispi, realizzo quanto noi fossimo strani. L’inadeguatezza mi ha accompagnata in tutti i miei 44 anni in fila per sei col resto di due, ho sempre vissuto in bilico fra ironia e rabbia, cazzeggio a piede libero e saudade coatta.

 

 

Le ingiustizie sociali mi hanno sempre fatto incazzare, piango riguardando film come Nel nome del padre o Sacco e Vanzetti, non ho mai visto Pretty Woman, in compenso ho visto decine di volte The Blues Brothers e Pomodori verdi fritti (Towanda!).

Fin dalla nascita ho fatto di tutto per evadere dai miei obblighi, ancora adesso vado al lavoro, arrivo puntuale ed eseguo i miei compiti correttamente, ma sono altrove.

La musica mi ha aiutato e mi aiuta a viaggiare, un pezzo del mio cuore è marchiato Janis Joplin, l’altro Mercedes Sosa.

Evado scrivendo, evado sognando, ma non sono una tipa evasiva. Mi piace costruire con la mente, lasciarla libera d’inseguire qualsiasi tipo di pista annusi. Sogno continuamente d’innamorarmi di qualcuno o di qualcosa perché l’emozioni, come l’acqua, irrorarono le idee che mi si piantano in testa.

Gli uomini preferiscono le bionde ma poi sposano Benedetta Parodi.

Non ho mai avuto normali storie d’amore, forse sono stata amata, forse no, forse ho amato, forse no, probabilmente sono troppo complessa e complessata. Ma poi cosa vuol dire normale?

Ho visto le devastazioni di vite formalmente a modo che in realtà celavano mostri, rabbie represse, desideri di evasione talmente forti da sfociare in abomini.

Il conformismo può avere un prezzo caro.

Per me lo so e continuo così.

Advertisements

14 pensieri riguardo “Per me lo so

  1. Penso che non ci sia niente di più vero dallo spendere se stessi per quello che si vuole
    e l’ imperfezione e’ il sale della vita…le contraddizioni il bello, e non penso che la parodina sia tutto sto’ zucchero filato…
    L’ importante e’ continuare a desiderare, qualunque cosa, la fine della guerra, più amore per tutti, più giustizia…più utopia ok, ma già averne significa essere quanto meno ” vivi” 🙂 ciao Sabri

  2. Il gratis non esiste. Ogni singola, piccola scelta comporta un pagamento. Bisogna solo capire dentro noi stessi se riusciremo a sostenere l’importo richiesto. Anche le cosiddette parodi pagano, tranquilla. Solo che per donne come te (o come me) gli importi richiesti sono semplicemente insostenibili. Secondo me non è che loro sono normali, sono diverse. Anche la normalità non esiste.
    Un saluto, pieno di comprensione…

    1. E’ vero, alla fine chi come noi si foga, magari facendo anche cose inusuali che possono sembrare poco sensate, è fortunato. Non doversi vestire di formalità (imposta o autoimposta) è libertà, per quanto possa costare alla fine dei conti ne vale più che la pena come investimento, il guadagno e un miliardo di volte superiore. BeSoS

  3. La libertà è una scelta che richiede pagamenti altissimi, perchè spesso ti fa sembrare di essere sola, e incompresa. Ma se hai pazienza di perseguire la sua strada, alla fine non sarai sola, anzi. Intorno a te ci saranno solo persone libere, proprio come te. E personalmente, preferisco di gran lunga questo piuttosto che uno squallido cartonato della famiglia cuore 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...