L’uomo col mestruo.

4008529713_10928f91bd_oOggi voglio affrontare  un argomento di cui si parla ancora troppo poco: l’uomo col mestruo. Questa creatura è diffusissima su tutto il globo terreste e vive, purtroppo, perfettamente mimetizzata fra la fauna locale. Grazie alla sua aria simpatica e cordiale riesce a rendersi piacevole, ed è proprio quando ci sentiamo tranquille e cominciamo, dopo le molte dure esperienze, a lasciarci andare, egli manifesta la sua vera natura assumendo la tipica espressione a dolor di corpo di cui spesso parlo su questo blog. Gli scienziati di tutto il mondo hanno potuto osservare che tale metamorfosi si scaturisce, soventemente, quando a questo maschio viene rivolta una domanda che  necessita di una risposta chiara e diretta. Non solo è capace di mutare la fisionomica dei suoi lineamenti, ma tale cambiamento è percepibile anche dalle sue parole, comprese quelle scritte,  e dai suoi gesti. Questa tipologia di uomo umano rimane uno dei più grandi misteri dell’universo, anche Piero Angela  ha rinunciato a comprendere l’enigma che si cela dietro questo incomprensibile essere animato. L’uomo col mestruo, inizialmente, spicca  fra la massa per via della sua aria accattivante e del suo affascinante modo di fare. Egli ti coinvolge in quei piccoli progetti, che a noi donne fanno già sognare, chiedendoti cose tipo: “andiamo a vedere un film insieme?” oppure “ mi piacerebbe portarti in quel ristorantino..” (si cari miei maschietti a noi femminucce  basta poco, ma poco poco per farci fare voli pindarici e di conseguenza infinite devastanti cadute). Egli sa essere  premuroso senza mai eccedere nella leziosità. Si mostra dunque affidabile ed è allora che comincia la sua trasformazione da umano a mestruato.I suoi occhi diventano gelidi, le sue risposte assumono il tono di una specie di grugnito. Sembra colpito da una profonda amnesia, pare non ricordarsi affatto del tipo di rapporto che aveva con te fino a poche ore prima. Per lui non solo sei praticamente una sconosciuta, ma sei una cosa di troppo nella sua avvilente esistenza.  Non è più presente, in questa strana specie, nessuna forma di entusiasmo. Sembrerebbe privo di vita se non continuasse a respirare e  si percepisce che non è in coma vegetativo solo perché  cammina e monosillaba un qualcosa con aria pesantemente spenta. A quel punto è bene non insistere nel chiedere le motivazioni della sua improvvisa metamorfosi, questo non farebbe altro che far precipitare di altre decine di gradi la già gelida temperatura ambientale. Inutile interrogarsi sui perché delle sue reazioni, passare in analisi tutto il vostro rapporto, cercare di capire  in cosa si è sbagliato. Questo porterebbe solo ad una improduttiva e terrificante paranoia. Conviene quindi dov’è possibile resettare il proprio cervello, far finta di non conoscere il tipo in questione e scappare a gambe levate, anche perché l’uomo col mestruo potrebbe ricercarti e tornare ad essere umanamente accettabile per poi rimutare  nei momenti più imprevedibili.

 

Tutte le persone senzienti di questo pianeta hanno fatto questo tipo di traumatica esperienza, ma  è bene sempre ricordare  la presenza di questo agghiacciante  individuo: l’uomo con il mestruo esiste, abita in mezzo a noi ed è molto  pericoloso.

Annunci

3 pensieri riguardo “L’uomo col mestruo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...