Mr Zebra

Anna arricciava il naso, non le piaceva l’idea di andare allo zoo, ma i suoi genitori dicevano che l’avrebbero portata la per il suo divertimento e  non aveva osato contraddirli. Lei amava passare il tempo chiusa nella sua cameretta a giocare con i suoi peluche come la sua scimmietta Jenny, il suo coniglietto Mizzy e il suo cagnolino Sammy. Erano questi gli animali che preferiva, non quelli che puzzavano e che facevano strani versi.  Con loro poteva inventarsi fantastiche avventure e volare in mondi profumati di dolci e varie leccornie. Le dispiaceva non stare con loro quel pomeriggio, sperava almeno che in quel giro allo zoo avrebbe avuto lo zucchero filato, il sole che fa brillare d’oro l’autunno e le noccioline destinate agli elefanti.

La distanza fra il parcheggio e l’ingresso al parco le pareva immensa, ma già poteva avvertire quell’odore insopportabile. I suoi genitori erano certo più entusiasti di lei dei leoni, degli orsi e dei pinguini. Camminarono a lungo e anche lo zucchero filato non si rivelò così buono come lei aveva sperato, presa dalla noia cominciò a staccarne piccoli pezzi dallo stecco e a farli volare via. Fu solo quando portò a termine questo suo laborioso compito che si rese conto che  lo zucchero filato si era tutto appiccicato alla zebra che viveva nella gabbia accanto. Sorrise e si avviò insieme ai genitori verso l’auto quando si accorse di un ombra scura sopra la sua testa, alzò lo sguardo e vide la zebra di zucchero volante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...