Comme d’habitude

“Marzia che dice il telegiornale?”
“Niente di che: un paio di attentati in giro per il mondo, uno più importante in Europa, in Siria nessuna tregua, anche oggi hanno ripetuto la solita solfa sulla violenza sulle donne, un accenno ai morti sul lavoro, polemiche sull’uso dei social network … insomma le solite cose, sbarchi di disgraziati inclusi” 
“Già, ormai non fanno più notizia neanche quelli … Niente sul tizio che ieri si è suicidato buttandosi sotto il treno?”
“No, per quello mi sa che dobbiamo aspettare il TG regionale”

“Bene. Finisco di farmi il bagno e arrivo”

“Sulle notizie che vuoi che ti dica caro, ormai siamo abituati a tutto. Fin da piccoli ci hanno bombardato con le immagini dei bambini del  Biafra che morivano di fame e ci ammorbavano con il solito conflitto in Medio-Oriente, con che risultato poi? Quel che succede in Medio-Oriente,  con le stragi, le ingiustizie e i morti  è diventato, nel nostro sentire,  di normale amministrazione. In Africa e in altre parti del mondo si continua a morire per cause legate alla povertà e quindi a che servono le notizie se siamo sempre alle solite?”
“Hai ragione cara, ma adesso zitta per favore che sta iniziando il TG3”

“Niente, non hanno detto neanche una parola su  ieri sera, che stronzi!”

“Non te la prendere, di tizi che si suicidano al giorno d’oggi sai quanti ce ne sono? Dovessero fare un servizio per ognuno di loro il tg durerebbe almeno 3 ore. Su dai … capisco che ci sei rimasto male, in fin dei conti eri su quel treno. So quanto sei sensibile ed un fatto del genere…”

“Non puoi capire! Due ore, ben due ore di ritardo per un cazzo d’uomo che aveva deciso di ammazzarsi proprio sotto il MIO treno, quello che prendo tutti i giorni da almeno 6 anni. Sto stronzo mi ha fatto fare tardi alla  partita di calcetto, ho dovuto mangiare la cena ormai fredda, mi si era anche scaricato il cellulare poco prima di scovare un Pokemon nella carrozza accanto e niente, il tg non fa vedere neanche un mezzo servizio su questa storia!”

“Sì .. vedi però l’attentato di ieri sera … insomma c’erano anche vittime italiane forse proprio della nostra regione e immagino, per quanto possa capire certe scocciature, che di fronte alla morte  …”
“No, non puoi capire! I giornalisti ieri c’erano e mi hanno pure inquadrato mentre mi facevo un selfie vicino alle rotaie proprio accanto al lenzuolo steso a terra. Volevo farti una sorpresa … volevo che tu mi vedessi in televisione così potevi essere orgogliosa di me.”
“Oh non avevo capito, mi volevi fare una sorpresa. Che dolce che sei amore mio!”

picture-1

Annunci

Un pensiero riguardo “Comme d’habitude

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...