ESCLUSIVO! In anteprima il discorso di fine anno del Presidente Giorgio Napolitano

“Care italiane e cari italiani questo è il mio ultimo discorso di fine anno come Presidente della Repubblica e vista l’età potrebbe essere l’ultimo in tutti i sensi. Face  fridd’,  pure Clio mi si è raffreddata e la notte russa come un trattore posseduto da Pruslas. L’anno che sta per terminare è stato tra i più pesanti e inquieti che l’Italia ha vissuto da quando è diventata Repubblica e anche se mi levo dalle palle il 2015 non farà meno schifo.  Dicevo, tra i più pesanti sul piano sociale, il Paese stenta a ripartire come la mia digestione che non ha  ancora smaltito il capitone fritto della vigilia, tra i più inquieti sul piano politico e istituzionale perché Renzi e la sua faccia la conoscete, e ‘nu guaglione che si spara le pose, ma altro non ci potevamo mettere.  L’anno che sta per iniziare potrebbe  essere diverso e migliore senza di me, ma prima che decidano chi metterci sai le risate: Rodotà, Rodolà, Rodoquà, la Carrà, Prodi, Enzo Miccio, nessuno ha idea di chi prenderà il mio posto, qualcuno ha fatto pure il nome della Loren, gallina vecchia fa buon brodo e a proposito di questo stasera minestrina e a letto presto che i botti, come dice Clio, non riesco più a farglieli sentire dal 1952.

Care ascoltatrici, cari ascoltatori, avrei sempre voluto fare lo speaker radiofonico ma mi sono inguaiato con la politica e ancora qua sto, mi sarebbe altresì piaciuto presentare Sanremo invece di parlarvi di una mia ipotetica vicinanza a realtà sociali dolorose, che molti di voi vivono in prima persona, ma di cui io non ho la più pallida idea, anche se l’espressione compita l’ho imparata a fare assai bene.

Resterò Presidente fino a quando “la situazione del paese e delle istituzioni” me lo farà ritenere necessario e possibile, “e fino a quando le forze me lo consentiranno”  (cazzo chi mi ha infilato un foglio dello scorso anno?! Va be’ che nessuno se ne accorge ma l’ultimo discorso fatemelo fare meglio).
Spero di poter vedere nel 2015 decisamente avviato un nuovo percorso di crescita, di lavoro e di giustizia per l’Italia e almeno iniziata un’incisiva riforma delle istituzioni repubblicane. Spero pure di vedere il Napoli capolista, la ricrescita dei  miei capelli e un asino che vola.
Ho concluso. Buon anno alle vostre famiglie, dagli anziani ai bambini, buon anno a chi serve la patria, a chi serve nelle tavole calde e negli autogrill, buon anno a tutti quanti risiedono operosamente nel nostro paese e  buon anno pure a Giggino O’ Fetente che mi aveva chiesto la dedica.
Guardiamo – lasciate che ve lo dica – con serenità e con coraggio al nuovo anno, io di sicuro visto che mi levo da qua, cia’!”.

pres Napolitano

Advertisements

7 pensieri riguardo “ESCLUSIVO! In anteprima il discorso di fine anno del Presidente Giorgio Napolitano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...