Paura dei diritti dei gay, delle lesbiche, trans ecc? Brrrrrr!!!

Qualche giorno fa sono venuta a sapere che il comune di Firenze ospiterà domenica prossima un convegno di Manif Pour Tous, un’associazione vicina alla destra clericale la quale si esprime contestando i diritti acquisiti o da acquisire dei gay, trans, lesbiche ecc  e per la conservazione del sesso biologico (Conservano i preservativi usati? Ma per biologico intendono il sesso solo fra singoli o persone? No perché io il sesso l’ho fatto a volte anche con i sexy-toys, mica mi contesteranno per questo?). Molti si sono chiesti come mai il sindaco Renzi (leader del maggiore partito di sinistra italiano) conceda loro la sede del comune. In Italia siamo davvero forti per il calcio, il vino, il cibo e  le contraddizioni, infatti  Renzi sta alla sinistra (intesa come la intendono quelli di sinistra, che intendono la sinistra come sinistra, vera sinistra, quella che intendono … insomma avete capito) come Vittorio Sgarbi sta al linguaggio dai toni gentili e pacati.
Mi sono chiesta inoltre chi fossero questi simpatici personaggi con un nome francese che fa sempre tanto phygo e sono andata a spippolare sul loro sito.
Questa simpatica associazione, nel nome dell’articolo 21 della nostra Costituzione, difende la  libertà di manifestare il loro pensiero contro le proposte di legge sull’omo e la transfobia, contro il matrimonio fra persone dello stesso sesso e contro la modificazione dell’attribuzione del sesso.
Ok, nessuno nega loro di esprimere pareri contrari all’evoluzione della società, ma proprio nel nome del mio sacrosanto diritto di espressione  mi permetto di fare un paio di appunti alle boiate cose che ho letto nel loro sito.

“Si è avviato il processo di demolizione della famiglia, con l’abbattimento di quei criteri legali, biologici e morali che ne assicurano la stabilità, i diritti e i doveri, e che la riconoscono come cellula fondante della società”

Ho una famiglia, nessun gay, lesbica o trans ci ha mai minacciato di demolizione, certo qualcuno a volte può avermi rotto i cabasisi, in genere tali rotture sono provocate trasversalmente dagli appartenti di tutti i generi, ma più frequentemente dagli integralisti dell’Illinois. Riguardo ai criteri biologici la natura ha infinite varianti, riguardo a quelli morali non riesco proprio a capire come un diritto acquisito  possa provocare danni a chi i diritti li ha da sempre garantiti. La morale è sempre quella, fai merenda con girella ♪♫ (comunque non le fanno più le girelle di una volta e nessuno combatte per questo, sigh!).

La famiglia è dove ci sono due o più persone felici, nessuno ci può Judy Garland! (eh lo so, amo fare questa battuta). I bambini desiderano vivere semplicemente con le persone che possono assicurare loro amore, una sistemazione dignitosa e una buona istruzione. Gay, trans, etero, i bambini hanno unicamente il diritto ad un’infanzia felice e libera anche da stereotipi e da arcaici preconcetti.

Preservare Matrimonio e Famiglia : Difendiamo l’unicità della famiglia formata dall’unione di un uomo e una donna! (e nessuno di loro si permetta mai di divorziare o di morire!) La proposta di legge sul Matrimonio Egualitario propone di equiparare il matrimonio tra persone dello stesso sesso con quello tra uomo e donna, sconvolgendo il codice civile. (embè?) Il “matrimonio” omosessuale e l’accesso all’adozione e alla procreazione assistita da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso, previsti dalla proposta di legge, rendono possibile l’omogenitorialità, di per sé innaturale. L’omogenitorialità scardina la genealogia e confonde le proprie origini e radici storico-familiari, e priva inoltre il bambino del riferimento genitoriale maschile o di quello femminile, facendogli mancare quella complementarietà genitoriale che è invece indispensabile alla formazione dell’identità personale.  

Come dicevo, io ho una famiglia che è composta (per il 90% del nostro tempo) da me e mia figlia. Mia figlia si orienta benissimo, lo farebbe anche se io fossi una trans o una lesbica, ma in caso si perdesse per sua fortuna conosce la posizione del sole e i punti cardinali e se questo non bastasse le ho regalato un cellulare. Certo il pericolo potrebbe esistere qualora chiedesse indicazioni ad un omosessuale e questo gliele fornisse sbagliate, ma sono errori che anche gli etero fanno compresi gli asessuati Tom Tom (spesso sono loro i meno affidabili). L’identità personale di mia figlia è considerevole, ama le paillettes, ha zie acquisite che fanno le Drag Queen, odia Violetta (grazie Dio! ..ah no sorry, io sono buddista), ha ottimi rapporti con i suoi coetanei, con le sue maestre e con le tutte le persone che conosce. Ha la bella abitudine di considerare le persone come persone, senza doverle etichettare in un genere o in uno stereotipo. E’ confusa riguardo la matematica e la geografia, ma su questo ci stiamo lavorando.

Conservazione del Sesso Biologico La proposta di legge sulla Modificazione dell’attribuzione di sesso introduce la possibilità che colui che non si senta di corrispondere al proprio sesso, dal quale è inconfondibilmente caratterizzato sin dal concepimento, possa costringere con atto legale la propria identità fisica a quella percepita, mutevole a seconda della propria sensibilità.

Io sono nata mora, una volta mi sono fatta bionda sconvolgendo la mia natura. Ma dai! Una persona, per colpa di questi bigotti del cavolo, non può essere quello che desidera essere o che ha sempre sentito di essere?

Tornando all’articolo 21 a cui tanto fanno riferimento è mio diritto considerare stronzate le loro aberranti affermazioni, la libertà di ogni singolo essere umano nel vivere la propria sessualità o nell’avere diritto ad una famiglia viene ostacolata da persone come queste con assurde argomentazioni. Seriamente mi chiedo di cosa abbiano paura. Se Luca (che è sempre gay alla facciaccia di Povia) sta con Giorgio e hanno un figlio che problema c’è cari signori? Luca e Giorgio  (che sono dei gran fighi) non vi avrebbero comunque filato perché siete finti moralisti bigotti.

Nel loro manifesto leggo anche che sono contro il percorso, avviato dalle Pari Opportunità, di programmi scolastici di sensibilizzazione in materia di orientamento sessuale e identità di genere. Forse hanno paura che i loro figli potrebbero aprire la mente nonostante i genitori?
In ultimo questi signori esigono il  diritto fondamentale dei figli ad avere un papà e una mamma, e di tutti i cittadini di esprimersi a tutela della famiglia, per il bene di tutta la società. Il popolo italiano deve levarsi in piedi: per i suoi figli, il suo futuro, la nostra umanità!  (Miwa, passami i componenti!)  Quindi oltre alla negazione dei diritti delle persone di altro orientamento/genere sessuale combattono anche contro i separati, divorziati, vedovi e genitori single, no? Per coerenza dovrebbero farlo, cribbio!

Anarkikka “L’amore è di tutti” anarkikka.blogspot.it

A Firenze Domenica 19 (ore 10:30), in Piazza Signoria numerose associazioni e singoli cittadini si sono dati appuntamento:  FUORI L’OMOFOBIA E LA TRANSFOBIA DA PALAZZO VECCHIO! ci vediamo la paraponziponzipà!

Annunci

18 pensieri riguardo “Paura dei diritti dei gay, delle lesbiche, trans ecc? Brrrrrr!!!

  1. eh decisamente ridicoli e totalmente fuori dal tempo, direi che le famiglie poi ci pensano da sole a sfasciasi, con sempre migliore abilità 🙂
    (cero è che un gruppo di sostegno anche per i poveri sex toys ci vorrebbe ormai) 😉

  2. Comunque non saranno girelle, ma al Lidl vendono degli stupendi rollini al cioccolato che le ricordano molto! e sono ottimi 🙂 !!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...