Ansia da prestazione

Ci risiamo, ansia da prestazione. Convivo da sempre con questo sentimento, ma raramente riguarda un qualcosa di sessuale, anzi a dirla tutta su quel fronte le cose vanno alla grande da quando ho cambiato le batterie al mio compagno.
Sono in preda al panico perché il tempo fugge, perché sono a dieta e non dimagrisco quanto vorrei dimagrire, perché le unghie mi si spezzano, i capelli si elettrizzano, perché si è verificato uno sciame sismico a Firenze (ho chiuso il gas? si l’ho chiuso! … oddio forse no, aiuto!)  e perché siamo al 19 dicembre e ancora non ho comprato nessun regalo di Natale.
“Ah ma che cazzata!” direte voi miei piccoli lettori, comprendo benissimo che i problemi seri siano ben altri, nonostante questo i miei atavici sensi di colpa dall’infinito passato imperversano nella mente. Nella mia testa si rincorrono le voci: “Fai la lista! Muovi il culo! Alla tua madrina che si è sempre ricordata del tuo compleanno ci hai pensato? La bambina? Ma ci pensi a tua figlia?! Che razza di madre sei?” e a proposito di madre “Cosa regalo a mia madre quest’anno?” e poi “E a mio fratello che ha tutto cosa regalo?” mia sorella non la conto fino a che vive a Zanzibar, almeno questo è un pensiero in meno. Poi ci sono gli zii, i cugini piccoli, gli amici, i figli degli amici … AIUTOOOOO!
Ma non dovrebbe bastare il pensiero? Perché se bastasse quello il mio è un pensiero angosciante.
Io vorrei fare l’alternativa, quella che i regali li fa solo quando se la sente perché devono essere spontanei, ma io non so quando me la sento. Mi sento un po’ come Sheldon Cooper che quando riceve un regalo deve farne un altro alla pari altezza perché non può sopportare di stare in debito con qualcun altro. E non è che Natale te lo scordi o puoi far finta di niente, come ti giri giri vedi lucine, festoni, babbi natali rampicanti e senti musichette come questa:

e a me Mariah Carey sta pure sul culo.
Devo risolvere quanto prima almeno questo problema, anche se so che scorderò qualcuno, che scontenterò molti e che riceverò almeno un paio d’improbabili sciarpe da aggiungere alla mia collezione “prima o poi le darò via”.
P.S. Se comunque non dovessi scrivere altro, da qua alla fine di questo estenuante periodo a voi mal capitati qua auguro buone feste, malgrado tutto.

download

Advertisements

14 pensieri riguardo “Ansia da prestazione

  1. Io adoro comprare i regali di Natale. A volte anche li confeziono io con le mie manine: palline per l’albero con la tecnica del patchwork senz’ago, cuscini a punto croce con temi natalizi, sacchetti di biscotti di pan di zenzero, gufi imbottiti (quest’anno il gufo è trendy). Lo so che non si direbbe (o forse mi illudo di dissimularlo bene) ma sono completamente pazza. Comunque ho persino un sacchetto di “regali di emergenza”: elfi portafortuna che ho preso in offerta, calamite da frigo con stampati i preraffaelliti, candele decorative e cose così. Non si sa mai. Magari incontro qualcuno e mi viene voglia di dargli un regalo di Natale. Penso di avere la sindrome di Babbo Natale… Io domani parto per un’altra giornata di acquisti natalizi assolutamente idioti, e penso che tornerò colma di palle con la neve, libri pop-up, nastri, fiocchi, e amenità di ogni genere. Se ti trovi in difficoltà, fammi un fischio 🙂 Buon Natale!

  2. Io temo più di ogni cosa il Natale. Temo le visite inaspettate di persone che non vedevi dal Natale precedente. Per fortuna ho pochi parenti, ma tutti molto invadenti. Ma in fondo non è il Natale che mi preoccupa ma i giorni che lo precedono. Aspetto solo il 27, per fare il giro delle telefonate “allora che si fa per l’ultimo dell’anno?” Quest’anno non ho da pensare nemmeno ai figli.
    Il medico mi dice: “stai lontana dai carboidrati.” – Io ci sto lontana, ma sono loro che si avvicinano pericolosamente.
    Auguri..

  3. Dimenticavo, sono talmente presa in questi giorni, che io ieri non ho nemmeno sentito il terremoto, nel pomeriggio mi telefona mia figlia dalle Canarie, per sapere se la casa è ancora in piedi e io: “Quale terremoto?”

      1. C’è stato uno anche alle 6, quelli di notte li ho sentiti, perchè sono andata a letto con il pensiero. In pratica stanotte non ho dormito.

  4. non stare in ansia se non dimagrisci quanto vorresti..ognuno ha i suoi tempi, l’importante è che il percorso che fai sia adatto a te
    Buone feste

  5. Ti capisco perfettamente, sono a dieta da agosto devo perdere 30 kg… ho una dieta da 1400 calorie, ne ho persi 10 abbastanza in fretta,ma da un mese non perdo un grammo.. Per i regali rimango nel classico un bel libro… e qualche cesta di cibo (regalo quello che vorrei mangiarmi 🙂 ) Tanti auguri di Buon Natale!!

    1. Grazie Paolo! Io ne devo perdere 25 che palle 😦
      Ieri sono riuscita a fare tutti (credo/spero) gli acquisti fra libri e mercato altroconsumo. Mi sento quasi a posto con la coscienza. Ti faccio i migliori auguri, un abbraccio :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...