La chanson des vieux amants

E torni ancora qua, ancora una volta non vedevo l’ora di aprire la porta per trovarti davanti a me, baciarti e fare l’amore. Ancora una volta dopo giorni infiniti di attese dove, ancora una volta, mi ritrovo a raccogliere le briciole del tuo amore.
Dov’è finita la mia giovinezza? Dove sono finiti i miei sogni? Forse sono svaniti in quella mattina di pioggia e di vento quando tu sorridendo mi offristi un passaggio sotto il tuo ombrello.
Ricordo ancora oggi com’eri vestito, i tuoi occhiali appannati, la tue parole che come un fiume in piena mi travolsero. Ero così sorpresa dal tuo interessamento, un uomo bello come te che mi rivolgeva le sue attenzioni, temevo che non ti avrei più rivisto, ma tu insistesti per incontraci …. almeno una volta. Cretina io che accettai non capendo in quale trappola mi stessi cacciando.

Amore mio disperato, amore mio mai vissuto e avuto totalmente come desideravo. Amore mio mai confessato ad altri, amore mio consumato in queste quattro mura, amore mio clandestino.
Amore, se è amore il nostro ricavato dagli avanzi del tuo tempo, della tua famiglia. Hai sempre detto di amarmi e che avrei dovuto aspettare. Ho atteso mesi e anni, poi non ti ho più chiesto niente, non mi hai detto più niente. Ho avuto altri amanti, ma non sono stata capace di sciogliere il legame che mi faceva tornare sempre da te, non ho mai voluto.

E oggi sei di nuovo qui, di nuovo respiro la tua pelle, di nuovo godiamo l’una dell’altro, di nuovo ci ritroviamo a ridere e a scherzare dopo l’amore, di nuovo le tue carezze, le tue parole. Quante stagioni abbiamo vissuto? Quanto splendore se n’è andato via con i miei anni più belli? Adesso mi dici che potremmo stare insieme, che lei non è più un problema, che i tuoi figli sono grandi ormai. Adesso non vuoi più nasconderti, ora che il tramonto non è più così distante mi chiedi di vivere il nostro amore alla luce del sole. Adesso vuoi legarti solennemente a me. Adesso? Ma sai che ti dico adesso: ma vaffanculo vai, come amante vai pure bene perché fare le cose zozze di nascosto mi eccita un casino, ma col cavolo che mi sposerei uno come te che cornificato la moglie per più di 20 anni!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...